Visita Cuevas de Bellamar

Questo posto è altamente raccomandato, per te vacanze a Cuba. Situato molto vicino alla città di Matanzas, una delle principali attrazioni.

Cuevas de Bellamar

Origine Bellamar Cave

Si stima che le gallerie e i passaggi delle Grotte di Bellamar abbiano iniziato a formarsi circa 300 migliaia di anni fa. Secondo gli studiosi, la pianura in cui si trovano le grotte era originariamente sotto il mare, facente parte della baia di Matanzas. Durante tutto il cosiddetto fallimento di Bellamar l'acqua sotterranea, in combinazione con l'anidride carbonica, stava dissolvendo la roccia calcarea e in questo modo stava creando camere sotterranee nel sottosuolo; sotto il fondo del mare.

Mentre rimasero al di sotto del livello del mare, queste caverne erano piene d'acqua. I movimenti tettonici causarono il sollevamento dell'area, fino a formare le terrazze marine che si possono vedere nella città di Matanzas e nei suoi dintorni.

Con il passare del tempo queste caverne si prosciugarono, persino alcune cavità che erano profonde sotto il livello del mare furono prosciugate e cominciarono a verificarsi delle perdite tra le rocce. Sul tetto delle grotte, acqua con carbonato di calce disciolto che lasciava residui durante il gocciolamento e, quindi, forma le stalattiti dal soffitto e le stalagmiti nel terreno.

Quando è stata la scoperta:

Le Grotte di Bellamar furono scoperte per caso nel febbraio 1861 quando uno schiavo perse la sbarra aprendo un buco nel terreno, cercando di rimuovere una roccia calcarea. Lo schiavo e il caposquadra immaginavano che la terra avesse ingoiato la sbarra.

Don Manuel Santos Parga, proprietario della fattoria, ha chiesto spiegazioni e quando non ha ricevuto alcuna risposta. Andò sul luogo degli eventi, ordinò che fosse scavato lì, e non appena fu aperto uno spazio di poco più di un cortile, una grande corrente di odore disgustoso uscì attraverso il buco, calda e fumosa. Quindi è stato esposto l'ingresso alla grotta.

Parga, che era a conoscenza di miniere e grotte, comprese cosa significasse la scoperta e iniziò a preparare la grotta in modo che i visitatori potessero goderne. Hanno estratto molte pietre; hanno realizzato scale in muratura ancora in uso; hanno installato i corrimani; e non appena fu una realtà, installò la luce elettrica. Lui o una delle guide sotto la sua occupazione hanno portato i turisti attraverso i passaggi della grotta mentre spiegavano quello che stavano vedendo. Due anni dopo l'evento, José V. Betancourt di Matanzas, ha narrato l'accaduto.

Originariamente chiamato Cuevas de Parga in omaggio al suo scopritore, il punto cambiò il suo nome in Las Cuevas de Bellamar, al plurale, (anche se gli specialisti indicano che si tratta di una sola grotta con più stanze) a causa della sua vicinanza alla spiaggia omonima in Matanzas occidentali.

Nei primi due anni più di duemila persone l'hanno visitata. A quei tempi fu un successo clamoroso, sia turistico che scientifico.

Caratteristiche Formazioni Stalattiti

Le stalattiti sono cilindriche e all'aumentare delle dimensioni diventano coniche mentre le stalagmiti sono coniche o appiattite, come se fossero fuse. Entrambi crescono fino a quando non si uniscono e formano colonne.

In alcuni casi si uniscono diverse stalattiti relativamente vicine, dando origine a formazioni chiamate matos. Altri corrono accanto al muro formando cascate. Nelle Grotte di Bellamar puoi vedere tutte queste formazioni.

Molto interessanti nelle Grotte di Bellamar sono le loro formazioni cristalline di aspetto trasparente e lucido che non hanno origine allo stesso modo di altre strutture nominate. Hanno la loro origine in geodi pieni d'acqua. E ancora più interessante, in alcune grotte delle caverne le formazioni sedimentarie sono coperte da uno strato cristallino, indicando che dopo l'essiccazione, queste camere sono tornate ad allagarsi completamente, o almeno parzialmente.

Galleria e stanze

Accesso alle grotte

Nella sala principale si trova la formazione rocciosa conosciuta come Manto de Colón. Questo è il più grande e antico che si presenta sotto forma di cascata e ha un'altezza di 12 metri.

Divisa in quattro settori, le sue gallerie e le sue sale sono tappezzate di stalattiti, stalagmiti ed elittiti, quest'ultima di capricciose forme orizzontali.

Progettato dalla natura e battezzato dall'uomo, ci sono il tunnel dell'amore, la cappella degli apostoli 12, la Garganta del Diablo, il Paso de la Lluvia, il Salón de las Nieves, il San Pedro e i templi gotici.

Sala gotica:

Nella sala gotica, alcune delle formazioni sono state nominate; tra gli altri vi sono El Huerto de las Carrots, La Cappella dei Dodici Apostoli, Doña Mamerta e il famoso Manto de Colón. Ma le Grotte di Bellamar non sono solo questa stanza, la cavità si estende ad est e ad ovest raggiungendo una lunghezza che supera i tre chilometri di lunghezza; ed è noto che è molto più grande, con telecamere ancora totalmente allagate.

Altri saloni:

Altre cavità includono la Galleria dei Due Laghi, la Sala delle Spugne, la Galleria dei Nani e la Galleria dei Megalocnus ad est della Sala Gotica.

Camera a Cuba - Servizio taxi a Cuba